Impegno Civico News - Archivio 2020

Aggiornamenenti sui danni derivati dalle piogge alluvionali del 28/29 Agosto 2020.

Lunedì 14 Settembre
La giornata odierna è stata caratterizzata dalla notizia ricevuta da Regione Lombardia di un primo stanziamento pari a Euro 195.660 per gli interventi di messa in sicurezza a Biegno (Euro 71.660) e Cadero (Euro 124.000).
Questi cantieri, per i quali dovranno seguire altrettanti progetti esecutivi, sono relativi a una seconda fase.
In questo momento, infatti, i lavori che si stanno eseguendo – appunto – per le frane di Biegno e Cadero (in quest’ultima località, iniziati stamane) sono finanziati da un provvedimento di Pronto intervento a carico del Bilancio Comunale, rispettivamente per Euro 20.252 (ai quali vanno però aggiunti gli oneri di cui si è fatta carico la Provincia di Varese per lo sgombero delle macerie sul sedime stradale della SP 5) e Euro 19.520.
Regione Lombardia non ha escluso altri finanziamenti mirati per i dissesti (per esempio proprio per i 150.000 Euro messi dal Comune quale Pronto intervento), che per ora non sono stati ancora formalizzati. Non appena lo saranno, ne verrà data notizia su questa pagina.

Sabato 12 Settembre 2020
Nonostante la giornata prefestiva, sono continuati fino al tardo pomeriggio di oggi i lavori di sgombero delle macerie a Biegno, sul sedime della SP5. Domani i lavori saranno sospesi e riprenderanno lunedì.
Anche a seguito delle numerosissime richieste giunte in tal senso, si ricorda che anche l’imminente fine di questi lavori, è finalizzata a revocare l’Ordinanza Sindacale di sgombero della casa sottostante il sedime stradale. Per la riapertura al transito da e verso il Valico di Indemini, è ancora molto prematuro sbilanciarsi su date quantomeno verosimili.
Lunedì inizieranno anche i lavori di pronto intervento sul corpo di frana a Cadero che ha lambito le abitazioni, tanto da determinare lo sgombero di una di esse.
La prossima settimana dovrebbero anche arrivare le comunicazioni ufficiali dei primi finanziamenti a cura di Regione Lombardia, almeno per quanto riguarda le situazioni più critiche.
 
Venerdì 11 Settembre 2020
Arrivano con cadenza pressoché quotidiana segnalazioni da parte di cittadini relative a smottamenti, interruzioni, addirittura di tratti di sentieri letteralmente inghiottiti o scivolati a valle.
Spesso sono in zone periferiche, anche se per questo non meno importanti: l’impegno è quello di fare un inventario di quanto è accaduto, ma è inutile nascondersi che sarà praticamente impossibile arrivare ovunque, soprattutto in tempi brevi.
Si confida nella comprensione e nella collaborazione di tutti, assicurando che si sta lavorando per porre rimedio al maggior numero di disservizi registrati.
 
Giovedì 10 Settembre 2020
Come previsto, oggi sono iniziati i lavori di somma urgenza a Biegno che, nel giro di qualche giorno (con esattezza è davvero difficile quantificarlo), porteranno alla revoca dell’ordinanza di sgombero della casa a valle della SP5.
Si lavora alacremente anche a Zenna per potenziare adeguatamente il pozzo piezometrico e garantire un adeguato approvvigionamento idrico dell’intero Municipio di Pino, che a seguito delle frane, ha visto gravemente compromesse le sorgenti di Bu-sen.
Entro il fine settimana si conta, infine, di rendere minimamente agibile il cimitero di Cadero, duramente danneggiato dagli eventi alluvionali.
Ancora molto lontana la stabilizzazione della situazione, ma ogni giorno si aggiungono tasselli importanti anche grazie al prezioso lavoro che Provincia di Varese sta effettuando lungo i versanti soprastanti la SP5.

Mercoledì 09 Settembre 2020
Mentre continuano le operazione di pulizia e sgombero delle aree ancora interessate dalla presenza di materiale franato, si segnala che domani inizieranno i lavori di somma urgenza per il ripristino della frana a Biegno. Sarà messa in sicurezza l’area a monte colpita dalla frana nella giornata di Sabato 29 Agosto, oltre al sedime stradale della SP5. Operazioni che sono prodromiche al ritiro dell’ordinanza di allontanamento almeno dell’abitazione a valle della strada.
Il secondo lotto di lavori che riguardano invece la messa in sicurezza definitiva della proprietà a monte e la conseguente riapertura della strada, sono rimandati a un successivo intervento.
A Pino è stato garantito il transito sulla strada VASP che da Zenna sale ai Monti di Pino, anche se sarà necessario un intervento economicamente assai rilevante per la definitiva sistemazione, oltre alla riapertura della direttrice che dai Monti di Pino sale in Forcora, oggi del tutto interrotta.
Pur trattandosi di una viabilità (quella delle VASP) molto particolare, per la strada Zenna – Monti di Pino si raccomanda la massima attenzione nel percorrerla, oltre a limitarne il transito alle reali necessità.
 
Martedì 08 Settembre 2020
La novità più rilevante di oggi riguarda l’emissione da parte del Funzionario dell’Ufficio Tecnico dell’Ordine di servizio a una Ditta specializzata per un intervento di somma urgenza finalizzato messa in sicurezza a Biegno.
L’inizio dei lavori, trattandosi di intervento che riguarda la Sp5, andrà coordinato con la Provincia di Varese.
Ma si aspettano a ore le necessarie decisioni per operare.
Domattina sarà consegnato anche il cantiere di Cadero per i primi lavori, mentre si aspettano i Decreti di Regione Lombardia che dovranno indicare i soldi stanziati a favore del Comune di Maccagno con Pino e Veddasca.
Va ricordato che, con Ordinanza nr. 559 del 03/09/2020 della Provincia di Varese, con oggetto "S.P.5della Valveddasca "Sospensione della circolazione dei veicoli dal km.14+650 a lkm.14+750 in corrispondenza dalla frana in loc. Biegno in Comune di Maccagno con Pino e Veddasca” , è stata disposta "....la sospensione di tutta la circolazione stradale in corrispondenza dell’area cantiere posta dal Km.14+650 a lKm14+750 circa a partire dalla data della presente sino a revoca dell’ordinanza stessa...".
 
Lunedì 07 Settembre 2020
Nella giornata odierna sono terminati i lavori di sostegno della strada denominata Via Arturo Reschigna. Manca solo la posa dell’asfalto che sarà programmato successivamente, ma da mercoledì 09/09/2020 riprenderanno regolarmente le aperture - come da calendario - della Piazzola Ecologica .
A Cadero continua la pulizia del Cimitero, rallentata dalla necessità di effettuare manualmente le operazioni di sgombero. Domani inizieranno anche le attività per la ricostruzione del tratto di mura di cinta franato.
Importanti e fitti contatti con la Direzione Territorio di Regione Lombardia dovrebbero a breve portare a un significativo intervento di Palazzo Lombardia sui dissesti a Biegno e a Cadero. Si attendono l’emissione dei Decreti relativi per pianificare le operazioni conseguenti.
Nel frattempo si segnalano eventi che hanno interessato la pista di risalita dell’impianto sciistico della Forcora, anch’essi comunicati in Regione per una quantificazione economica.
Purtroppo si registrano giorno per giorno nuovi danni arrecati a strutture pubbliche, per i quali si raccolgono informazioni e preventivi di spesa.
La situazione è davvero difficile e non può assolutamente dirsi definitivamente sotto controllo.
 
Domenica 06 settembre 2020
La settimana che inizia domani sarà estremamente importante, innanzitutto per capire le tempistiche di intervento a Biegno.
Nella giornata di sabato, il geologo incaricato dal Comune ha consegnato le schede di diversi interventi (ma non di tutti. Ricordiamo che il verbale di somma urgenza redatto in data 31.08.2020 dall’Ufficio Tecnico individua ben dodici priorità di intervento).
Si attende ora l’autorizzazione da Regione Lombardia per poter dare il via i primi lavori di messa in sicurezza dell’area che, in ogni caso, non riguarderà l’apertura della SP5 da e verso il valico di Indemini. Questo resterà certamente chiuso ancora per diverse settimane.
Si aspettano anche novità circa la frana di Cadero e l’inizio dei lavori per l’asportazione di materiale lapideo nell’alveo del Torrente Giona.
Su questa pagina si potranno leggere gli aggiornamenti quotidiani.
Si ricorda infine che domani sarà chiusa per l’intera giornata la Piazzola Ecologica di Via Arturo Reschigna.
 
Venerdì 4 Settembre 2020
Non ci sono aggiornamenti di particolare rilievo rispetto alla giornata di oggi.
Le attività già cantierate stanno continuando secondo i programmi, mentre si é in attesa che si perfezionino gli elaborati progettuali che saranno sottoposti al vaglio di Regione Lombardia per quanto riguarda la frana di Biegno.
A Cadero nella prossima settimana è invece programmato un primo intervento di somma urgenza, ma in questo caso i lavori definitivi dovranno necessariamente essere finanziati da appositi fondi regionali.
Si ricorda che domani la Piazzola Ecologica di Via Arturo Reschigna sarà regolarmente aperta negli orari consueti.
A Biegno rimane interrotto e interdetto il passaggio per auto e moto sulla SP5. Si raccomanda di non percorrere l’arteria stradale nei due sensi per passare attraverso il Valico di Indemini, perché si è altrimenti costretti a un lungo viaggio per ritornare sulla medesima direttrice di arrivo.

Giovedì 03 Settembre 2020
Nel giorno del ritrovamento del cadavere del giovane disperso da sabato 29 Agosto scorso nel Torrente Molinera, ogni ulteriore parola potrebbe apparire fuori luogo.
Ci uniamo innanzitutto nel dolore e nella preghiera dei familiari e degli amici, assicurando che per sempre questo paese sarà vicino al 38enne comasco, tragicamente scomparso tra le acque di un corso d'acqua a noi noto e conosciuto per la sua pericolosità.
Siamo invece costretti dalla cronaca a segnalare che la giornata di oggi registra avanzamenti positivi per quanto riguarda le due situazioni di maggiori criticità, relative alle frazioni di Biegno e Cadero.
Dopo un lungo incontro avuto nel pomeriggio di oggi con i vertici di Regione Lombardia, pare essersi definitivamente intrapresa una via per la soluzione della situazione di pericolo, riferita a Biegno.
Una suddivisione di compiti, spese e responsabilità tra Comune, Provincia e Regione, dovrebbe portare nel giro di qualche giorno all’inizio delle operazioni di messa in sicurezza.
Stasera non possiamo dire esattamente quanto tempo ci separi dal via del nuovo cantiere, anche se sarà nostro compito dare la massima informazione sul tema.
A Cadero, invece, Regione Lombardia ha assicurato un intervento per la messa in sicurezza dei versanti alluvionati. Qui, i tempi, dipenderanno direttamente da Palazzo Lombardia, anche se oggi è prematuro fissare scadenze.
Nel frattempo segnaliamo che sabato 5/9/2020 la Piazzola Ecologica di Via Arturo Reschigna sarà regolarmente aperta negli orari consueti.
Sicuramente, la stessa, sarà chiusa lunedì 7/9/2020, mentre per i giorni successivi bisognerà attendere gli opportuni aggiornamenti.

Mercoledì 02 Settembre 2020
Si sta progressivamente procedendo con gli incarichi alle aziende che stanno operando sui diversi fronti di intervento aperti.
Non sono segnalate particolari criticità rispetto al programma di interventi stabilito, anche se si stanno moltiplicando i contatti con Provincia di Varese e Regione Lombardia sui fronti di frana che interessano da vicino le abitazioni dei privati.
In questo momento si susseguono i sopralluoghi coordinati dalla Prefettura di Varese , per cercare di arrivare a decisioni condivise.
Le situazioni di Biegno e di Cadero sono quelle che, al momento, richiedono maggiori attenzioni e che necessitano di risposte adeguate.

Martedì 01 Settembre 2020
Nella giornata odierna sono continuate - come previsto nella pianificazione presentata ieri - le operazioni di pulizie e di sgombero macerie che hanno interessato le diverse zone del Comune di Maccagno con Pino e Veddasca.
Le attività impegneranno le diverse squadre ancora nei prossimi giorni, mentre viene assiduamente monitorato l’avanzamento dei lavori.
Per quanto riguarda la frana che ostruisce la SP5 nella frazione di Biegno, nella tarda mattinata di oggi si è tenuto un sopralluogo alla presenza di Comune, Provincia di Varese, Protezione Civile Provinciale e Regionale, geologi incaricati dal Comune stesso.
La situazione è oggettivamente complessa, come confermato nella lunga videoconferenza che si è tenuta nel pomeriggio coordinata dal Sig. Prefetto di Varese, dott. Dario Caputo.
All’incontro hanno partecipato i vertici provinciali delle Forze dell’Ordine e del Presidente della Provincia di Varese, Emanuele Antonelli .
Tutti gli intervenuti hanno assicurato massima collaborazione e la convinzione che sia necessario fare presto.
La situazione è in costante aggiornamento.

Lunedì 31 agosto 2020

Di seguito gli aggiornamenti sui danni, seguiti ai primissimi interventi realizzati a Maccagno e a Pino nella giornata di sabato 29 Agosto.
  • E' stato messo in sicurezza il tratto del Torrente Giona nella zona sottostante il Museo. Si é in attesa di conoscere l’avvio dei lavori di pulizia dell’alveo, programmati da tempo, previsto per il mese di Settembre 2020;
  • La Piazzola Ecologica di Via Reschigna rimarrà chiusa certamente anche nella giornata di mercoledì 02/09/2020. Domani inizieranno i lavori di messa in sicurezza e rifacimento della strada comunale duramente compromessa dal maltempo. Si cercherà un’apertura parziale nella giornata di sabato 05/09/2020 (ma seguiranno aggiornamenti);
  • Entro Mercoledì 02 Settembre saranno rimossi i detriti rimasti in Piazza Roma nella zona dei bagni pubblici;
  • Nella giornata odierna sono iniziati i lavori di sgombero delle macerie nelle frazioni del Municipio di Maccagno e di Pino, oltre che nella frazione di Biegno. Domani, grazie alla collaborazione della Comunità Montana “Valli del Verbano”, continueranno nella frazione di Biegno e, a seguire, a Lozzo, Armio e Graglio;
  • Sempre nella giornata di domani inizieranno i lavori di pulizia del Cimitero di Cadero e delle strade interne della medesima frazione (escluso il fronte di frana proveniente dall’alto, per il quale si attende l’intervento dei tecnici di Regione Lombardia);
  • Resta la frana sulla SP5 a Biegno che impedisce il transito da e verso il Confine di Stato di Indemini. Nella giornata di domani è programmata una visita dei tecnici della Provincia di Varese per capire eventuali problemi di staticità della casa posta a monte della strada. Seguiranno aggiornamenti;
  • Diverse squadre manutentrici della Provincia di Varese stanno lavorando, in stretto contatto con il Comune, per la pulizia della SP5. Si raccomanda il transito esclusivamente agli abitanti e a chi non può farne a meno, in attesa di una riapertura totale attesa nelle prossime ore;
  • Nel frattempo, la stessa Provincia, ha previsto una serie di manutenzioni straordinarie di pulizia degli scoli e corsi d’acqua che insistono sulla medesima SP5;
  • Nei prossimi giorni inizieranno i lavori di messa in sicurezza e di ripristino sulla strada Zenna – Monti di Pino.
Seguiranno aggiornamenti sui singoli interventi.

15 luglio 2020 - Aggiornamenti COVID-19
Ordinanza Regione Lombardia n. 580 del 14 luglio
Una nuova ordinanza regionale (la N.580/2020), valida fino al 31 luglio 2020, stabilisce l’obbligo di utilizzo della mascherina o di altre protezioni, come descritto di seguito.
Nel territorio regionale é fatto obbligo di usare le mascherine o, in subordine, qualunque altro indumento a copertura di naso e bocca, nei luoghi al chiuso accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto.
Tale obbligo si applica anche all’aperto in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza interpersonale di un metro tra soggetti che non siano membri dello stesso gruppo familiare oppure conviventi. In ogni caso la mascherina deve essere sempre detenuta con sé ai fini del suo eventuale impiego.
Non sono soggetti all'obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l'uso continuativo della mascherina di cui all’art. 9 comma 2 del D.P.C.M. dell’11 giugno 2020 ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti.
E’ soggetto all’obbligo, a prescindere dal luogo di svolgimento dell’attività, il personale che presta servizio nelle attività economiche, produttive e sociali.
Per coloro che svolgono intensa attività motoria o intensa attività sportiva non è obbligatorio l’uso di mascherina o di altra protezione individuale durante la predetta attività fisica, salvo l’obbligo di utilizzo alla fine dell’attività stessa ed il mantenimento del distanziamento sociale.

10 luglio 2020 - Aggiornamenti COVID-19
Ordinanza Regione Lombardia n. 579 del 10 luglio - Scarica Allegato
Il Presidente della Regione Lombardia ha emanato l'Ordinanza 579 del 10 luglio 2020 che, all'articolo 1, riporta: "lo sport di contatto, di squadra e individuale è svolto nel rispetto delle disposizioni dell’allegato 1 della presente ordinanza."
Gli effetti saranno in vigore a partire dalla data dell’11 luglio 2020 e fino al 31 luglio 2020.

Nuove modalità di accesso agli Uffici comunali
Da martedì 19 maggio 2020 variano le modalità di accesso agli Uffici comunali.
Nella sede di via Giuseppe Mazzini nr. 6 a Maccagno, sarà possibile rivolgersi ai diversi Servizi secondo le modalità indicate nell'avviso pubblicato a lato.


Comportamenti da tenere sulle spiagge per contrastare la diffusione del Covid-19
L'Autorità di Bacino Lacuale dei Laghi Maggiore, Comabbio, Monate e Varese ha emanato un avviso che ricorda i comportamenti da tenere sulle spiagge per contrastare la diffusione del Covid-19.
A lato trovate l'avviso con un riassunto delle norme contenute nell'Ordinanza di Regione Lombardia n. 547 del 17/05/2020.

Aliquote IMU - Anno 2020
Per l'anno 2020, in merito all'Imposta Unica sugli Immobili (I.M.U.) del Comune di Maccagno con Pino e Veddasca, saranno confermate le aliquote dello scorso anno.
Nel dettaglio:
  • 4,60 per mille per le unità immobiliari adibite ad abitazione principale del soggetto passivo e classificata nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 nonché per le relative pertinenze con detrazione d'imposta pari a Euro 1.100,00=;
  • 7,60 per mille Immobili in categoria A/1- A/2 - A/3 - A/4 - A/5 - A/6 - A/7 - A/8 - C/1 - C/2 - C/3 - C/4 - C/6 - C/7 - D/2 - D10;
  • 10,60 per mille aliquota ordinaria per tutti gli immobili imponibili ai fini IMU e non rientranti nelle precedenti fattispecie, incluse le aree fabbricabili.
Il Codice meccanografico del Comune di Maccagno con Pino e Veddasca, da utilizzarsi per i versamenti è: M339.
Per il pagamento dell'imposta, le due scadenze semestrali sono fissate nel 16 giugno e nel 16 dicembre 2020. Ovviamente, é possibile pagare l'intero importo dovuto entro la prima scadenza indicata (martedì 16 giugno 2020).

Battesimo civico dei Diciottenni - Rinvio
L'emergenza sanitaria legata al Covid-19 ha letteralmente buttato in aria ogni tipo di programmazione legata alle manifestazioni in calendario.
Sarà così anche per il Battesimo Civico dei 18enni, edizione 2020.
Da qualche anno era consuetudine festeggiare l'avvenimento in occasione del 2 Giugno, Festa della Repubblica. Ma, stante l'incertezza legata alle norme da adottare per evitare assembramenti di persone, l'Amministrazione comunale di Maccagno con Pino e Veddasca ha deciso di rimandare l'atteso appuntamento al prossimo autunno.
I dodici ragazzi nati nel 2002 che compiranno la maggiore età nel corso di quest'anno dovranno quindi pazientare ancora un po’, dandogli appuntamento fin d'ora in Auditorium comunale, per una cerimonia che unirà il Battesimo Civico e la consegna dei Riconoscimento al merito, destinati ai ragazzi particolarmente distintisi negli studi.

Bando assegnazione di 4 Riconoscimenti al merito - a.s. 2019/2020
L'Amministrazione Comunale di Maccagno con Pino e Veddasca ha istituito n. 4 Riconoscimenti al Merito dedicati ai residenti e relativi all'anno scolastico 2019/2020.
Entro le ore 11.30 di sabato 26.07.2020 andranno consegnate le domande relative agli studenti frequentanti le classi IV e V della Scuola Primaria, delle tre classi della Scuola Secondaria di Primo Grado, le prime tre classi della Scuola Secondaria di Secondo Grado e delle classi IV e V della Scuola Secondaria di Secondo Grado.
Per conoscere tutti i dettagli, vai al link sul sito istituzionale.


Effetti Emergenza "Coronavirus"
(Aggiornamenti)

12 luglio 2020 - Ripresa delle Attività
In paese hanno riaperto sostanzialmente tutte le attività incluso:
  • il centro anziani, 
  • il Museo civico, 
  • gli impianti sportivi collettivi, 
  • l'ufficio Turistico della Proloco 
  • lo scalo di Maccagno della Navigazione Lago Maggiore.
21 maggio 2020 - Uffici Postali
Poste Italiane ha comunicato che da lunedì 25 maggio 2020 riaprirà finalmente sugli abituali tre giorni settimanali l’Ufficio Postale a Pino.
Contemporaneamente, l’Ufficio di Maccagno tornerà a essere aperto su sei giorni, dal lunedì al sabato, sempre con orario dalle 8.20 alle 13.35.

18 maggio 2020 - Pubblicata l'Ordinanza regionale n. 547
In allegato pubblichiamo il testo dell'Ordinanza regionale 547 del 17 maggio 2020 contenente misure specifiche al fine di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 nella Regione Lombardia.
Per fornire uno strumento sintetico e immediato di applicazione delle misure per i singoli settori di attività, Regione Lombardia ha pubblicato delle schede tecniche (anch’esse allegate), che contengono indirizzi operativi specifici.
Le misure producono i loro effetti dalla data del 18 maggio 2020 e sono efficaci fino al 31 maggio 2020, fermo restando successive riconsiderazioni delle disposizioni contenute nell'Ordinanza.

17 maggio 2020 - Pubblicato DPCM n.33 in vigore dal 18 maggio 
Sulla Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il Decreto Legge n. 33 del 16 maggio 2020, firmato dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, contenente ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19.
Di seguito un accenno di alcune delle misure contenute nel provvedimento.
  1. A decorrere dal 18 maggio 2020, cessano di avere effetto tutte le misure limitative della circolazione all’interno del territorio regionale.
  2. Fino al 2 giugno 2020 sono vietati gli spostamenti, con mezzi di trasporto pubblici e privati, in una regione diversa rispetto a quella in cui attualmente ci si trova, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute; resta in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.
  3. Fino al 2 giugno 2020, sono vietati gli spostamenti da e per l’estero, con mezzi di trasporto pubblici e privati, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute.
  4. È fatto divieto di mobilità dalla propria abitazione o dimora alle persone sottoposte alla misura della quarantena per provvedimento dell’autorità sanitaria in quanto risultate positive al virus COVID-19, fino all’accertamento della guarigione o al ricovero in una struttura sanitaria o altra struttura allo scopo destinata.
  5. È vietato l’assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico. Le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura con la presenza di pubblico, ivi compresi quelli di carattere culturale, ludico, sportivo e fieristico, nonché ogni attività convegnistica o congressuale, in luogo pubblico o aperto al pubblico.
  6. Il sindaco può disporre la chiusura temporanea di specifiche aree pubbliche o aperte al pubblico in cui sia impossibile assicurare adeguatamente il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.
  7. Le riunioni si svolgono garantendo il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.
  8. Le funzioni religiose con la partecipazione di persone si svolgono nel rispetto dei protocolli sottoscritti dal Governo e dalle rispettive confessioni contenenti le misure idonee a prevenire il rischio di contagio.
  9. Le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché la frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, comprese le Università e le Istituzioni di Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica, di corsi professionali, master, corsi per le professioni sanitarie e università per anziani, nonché i corsi professionali e le attività formative svolte da altri enti pubblici, anche territoriali e locali e da soggetti privati, sono svolte con modalità definite con provvedimento adottato ai sensi dell’articolo 2 del decreto-legge n. 19 del 2020.
  10. Le attività economiche, produttive e sociali devono svolgersi nel rispetto dei contenuti di protocolli o linee guida idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in ambiti analoghi, adottati dalle regioni o dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome nel rispetto dei principi contenuti nei protocolli o nelle linee guida nazionali. In assenza di quelli regionali trovano applicazione i protocolli o le linee guida adottati a livello nazionale. Le misure limitative delle attività economiche, produttive e sociali possono essere adottate, nel rispetto dei principi di adeguatezza e proporzionalità, con provvedimenti emanati ai sensi dell’articolo 2 del decreto-legge n. 19 del 2020 o del comma 16.
  11. Per garantire lo svolgimento in condizioni di sicurezza delle attività economiche, produttive e sociali, le regioni monitorano con cadenza giornaliera l’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori e, in relazione a tale andamento, le condizioni di adeguatezza del sistema sanitario regionale.
Prendere visione anche dell'Ordinanza regionale per ulteriori misure restrittive rispetto al D.L. emesso dal Governo.

9 maggio 2020 - Distribuzione mascherine chirurgiche
Il Gruppo Comunale di Protezione Civile del Comune di Maccagno con Pino e Veddasca, nell’ottica di un supporto concreto unito a una sempre maggiore vicinanza ai propri cittadini nell’affrontare l’attuale emergenza sanitaria, comunica una nuova distribuzione di mascherine chirurgiche a ogni nucleo familiare.
Tale distribuzione avverrà grazie a una fornitura ricevuta da Regione Lombardia, integrata direttamente dal Comune di Maccagno con Pino e Veddasca.
La distribuzione avrà inizio a partire da lunedì 11/5 p.v. e continuerà per tutto il mese di maggio, con le seguenti modalità:
  • per le famiglie residenti a Maccagno inferiore e Superiore (Via Francesco Baroggi compresa), la consegna avverrà nel Palazzo Comunale di Maccagno nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì, dalle ore 9 alle 11.30;
  • per le frazioni del Municipio di Maccagno e per il Municipio di Veddasca, la consegna avverrà attraverso i volontari di Protezione Civile direttamente al domicilio.
Nel Municipio di Pino, invece, le mascherine sono già state consegnate nel corso della settimana.
Nell’eventualità vi fossero famiglie impossibilitate al ritiro, è possibile contattare - negli orari sopra indicati - il numero della Protezione Civile di Maccagno con Pino e Veddasca (+39 338 6128814), concordando la consegna.

9 maggio 2020 - Discarica Via Reschigna
A decorrere da sabato 09 maggio il Centro di raccolta di Via Reschigna ritorna operativo anche il sabato, oltre il lunedì e mercoledì, con i consueti orari.
L’accesso ai centri di raccolta sarà consentito a nr. 3 utenze contemporaneamente attuando la modalità di distanziamento.
Si raccomanda all’utenza:
  • di utilizzare le strutture unicamente per quelle frazioni di rifiuto per le quali non è attivo il servizio di raccolta domiciliare;
  • i separare anticipatamente il materiale da conferire presso le proprie abitazioni per ridurre i tempi di permanenza presso i centri e favorire il conferimento delle altre utenze;
  • di recarsi al Centro di raccolta muniti di mascherine e guanti e di attenersi alle indicazioni generali ampliamente diffuse da parte di tutti i mezzi di comunicazione negli ultimi giorni per contrastare e contenere il diffondersi del virus;
  • di evitare di recarsi al Centro di raccolta in prossimità  degli orari di chiusura.
5 maggio 2020 - Cantiere Lungolago Girardi
Anche il cantiere presso il lungolago Girardi è tornato operativo in data odierna.

4 maggio 2020 - Situazione valichi Italia-Svizzera
Lavena Ponte Tresa - Aperto.
Zenna - Aperto.
Cremenaga -
Aperto.
Fornasette - Aperto.

28 aprile 2020 - Comunicazione del Sindaco
In allegato la nota del 28 aprile con la quale si comunica alla popolazione l'ultimo aggiornamento sui residenti di
Maccagno con Pino e Veddasca contagiati da Covid-19.

16 aprile 2020 - Casetta dell'acqua
Da giovedì 16 aprile é di nuovo aperta la Casa dell'Acqua in Largo Alpini a Maccagno.
Si raccomanda l'utilizzo di mascherina e guanti per prelevare l'acqua, oltre al mantenimento di almeno un metro di distanza tra le persone presenti.
Si tratta di condizioni essenziali per il mantenimento del servizio.
La Polizia Locale vigilerà sul rispetto delle regole.

10 aprile 2020 - Cantiere SS394
Dopo 17 giorni di stop in data 1 aprile ha riaperto il cantiere sulla SS.394 del V.O.
In mezzo a mille difficoltà per reperire le forniture del materiale occorrente, registriamo con piacere la volontà di non perdere ulteriore tempo e provare a riprendere le lavorazioni in programma.
Con nota datata 10.04.2020, Anas ha prorogato l’Ordinanza attualmente in essere, regolante il transito sulla Strada Statale nr. 394 del Verbano Orientale dal km 36+500 al km 38+600 per tutti i mezzi aventi massa superiore a 7,5 tonnellate.
La nuova Ordinanza (la n. 36/2020/MI – Prot. CDG -0192572-P) avrà decorrenza dalle ore 07.00 di martedì 14.04.2020 alle ore 18.00 di venerdì 05.06.2020 e prescrive le identiche condizioni fin qui verificate.

Effetti Emergenza "Coronavirus" - Assistenza persone anziane e sole.
L'Amministrazione comunale di Maccagno con Pino e Veddasca, in collaborazione con il gruppo locale di Protezione Civile, l’Associazione di Volontariato “Solidarietà” e la Caritas parrocchiale, ha attivato il numero 349 167 9122, rivolto agli anziani o alle persone sole e in difficoltà impossibilitate ad approvvigionare la spesa di prima necessità, i farmaci o comunque le attività essenziali. 
Tale servizio è da intendersi riservato alle persone con oggettive difficoltà di spostamento e impedimenti, senza possibilità di aiuto da parte di famigliari e parenti stretti. 
In considerazione delle raccomandazioni riportate nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 08.03.2020 in tema di “Emergenza epidemiologica da COVID-19”, in particolare per quanto disposto all’art.3 comma b) “…è fatta espressa raccomandazione a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche o con multimorbilità ovvero con stati di immunodepressione congenita o acquisita, di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi di stretta necessità e di evitare comunque luoghi affollati nei quali non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro ...omissis...”, e c) “si raccomanda di limitare, ove possibile, gli spostamenti delle persone fisiche ai casi strettamente necessari”. 
Il numero sarà attivo giornalmente dalle ore 08.00 alle 18.00

Si segnala inoltre che, tra gli esercenti Ascom della zona che si sono resi disponibili a consegnare la spesa a domicilio, ad Armio c’è “A BUTEGHE DA LAURETTA” di Laura Locatelli.
Lo segnaliamo con grande piacere, indicando che la si può contattare chiamando il numero: +39 334 124 0870.

Effetti Emergenza "Coronavirus" - Aiuto psicologico stress da COVID.
L’emergenza sanitaria dovuta all’epidemia da COVID-19, tra le sue mille implicazioni, finisce spesso col determinare nelle persone possibili ansie, paure, stress psicologici di varia natura.
Per cercare di venire incontro a queste problematiche, il Comune di Maccagno con Pino e Veddasca intende andare incontro ai residenti fornendo gratuitamente la possibilità di un contatto con la dott.a Eleonora Emide, che già collabora con noi all’interno dello Sportello Psicologico Comunale.
La dottoressa si metterà a disposizione per due colloqui telefonici di 30 minuti a cadenza settimanale per accogliere questo tipo di disagi e fornire tecniche utili a migliorarne la gestione personale.
Chiunque intendesse contattare la Psicologa, può chiamare il nr. 331 74 51 862.

Effetti Emergenza "Coronavirus" - contributi persone in difficoltà economiche.
Da mercoledì 01.04.2020 sarà possibile inoltrare in Comune la richiesta del contributo previsto dal Governo per l’acquisto di generi alimentari o beni di prima necessità.
Tale contributo verrà erogato dal Comune in buoni servizi solo per i nuclei familiari o persone sole che per effetto delle conseguenze dell’emergenza COVID-19 si trovino in difficoltà economiche.
I richiedenti non devono essere titolari di altri contributi pubblici quali reddito di cittadinanza, cassa integrazione, mobilità ecc. sufficienti al mantenimento del nucleo familiare.
Sul sito del Comune si trova il testo completo dell’avviso con le modalità operative per contattare il Servizio Sociale, il modulo per la richiesta di contributo e l’elenco dei negozi di Maccagno con Pino e Veddasca convenzionati per tale servizio.
(Link al sito del Comune)

10 marzo 2020
Disposizioni inerenti al contenimento del "Coronavirus"
AGGIORNAMENTO

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il Dpcm 9 marzo 2020 recante nuove misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19 sull'intero territorio nazionale.
Il provvedimento estende le misure di cui all'art. 1 del Dpcm 8 marzo 2020 a tutto il territorio nazionale. È inoltre vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico.
In ultimo, è modificata la lettera d dell'art.1 del Dpcm 8 marzo 2020 relativa agli eventi e manifestazioni sportive.
Tali disposizioni producono effetto dalla data del 10 marzo 2020 e sono efficaci fino al 3 aprile 2020.

9 marzo 2020
Disposizioni inerenti al contenimento del "Coronavirus"
Di seguito gli aggiornamenti sulle Disposizioni inerenti "Coronavirus".
Nota dell’8 marzo 2020 del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale.
Con riferimento al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell'8 marzo 2020, si precisa quanto segue:
TRANSFRONTALIERI
Le limitazioni introdotte oggi non vietano gli spostamenti per comprovati motivi di lavoro. Salvo che siano soggetti a quarantena o che siano risultati positivi al virus, i transfrontalieri potranno quindi entrare e uscire dai territori interessati per raggiungere il posto di lavoro e tornare a casa. Gli interessati potranno comprovare il motivo lavorativo dello spostamento con qualsiasi mezzo, inclusa una dichiarazione che potrà essere resa alle forze di polizia in caso di eventuali controlli.
MERCI
Le merci possono entrare ed uscire dai territori interessati. Il trasporto delle merci è considerato come un'esigenza lavorativa: il personale che conduce i mezzi di trasporto può quindi entrare e uscire dai territori interessati e spostarsi all'interno degli stessi, limitatamente alle esigenze di consegna o prelievo delle merci.
DIRETTIVA DEL MINISTERO DELL'INTERNO: come avverranno i controlli sugli spostamenti
Il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, ha adottato la direttiva ai Prefetti per l’attuazione dei controlli nelle “aree a contenimento rafforzato”. Di seguito trovate le osservazioni più importanti per la popolazione. Evidenzio un punto, riguardante il mancato rispetto dell'ordinanza: La sanzione per chi viola le limitazioni agli spostamenti è quella prevista in via generale dall’articolo 650 del codice penale (inosservanza di un provvedimento di un’autorità: pena prevista arresto fino a tre mesi o l’ammenda fino 206 euro) salvo che non si possa configurare un’ipotesi più grave quale quella prevista dall’articolo 452 del Codice penale (delitti colposi contro la salute pubblica che persegue tutte le condotte idonee a produrre un pericolo per la salute pubblica)

a) gli spostamenti potranno avvenire solo se motivati da esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute da attestare mediante autodichiarazione, che potrà essere resa anche seduta stante attraverso la compilazione di moduli forniti dalle forze di polizia. Un divieto assoluto, che non ammette eccezioni, è previsto per le persone sottoposte alla misura della quarantena o che sono risultate positive al virus.

b) I controlli sul rispetto delle limitazioni della mobilità avverranno lungo le linee di comunicazione e le grandi infrastrutture del sistema dei trasporti. Per quanto riguarda la rete autostradale e la viabilità principale, la polizia stradale procederà ad effettuare i controlli acquisendo le prescritte autodichiarazioni. Analoghi servizi saranno svolti lungo la viabilità ordinaria anche dall’Arma dei carabinieri e dalle polizie municipali.

c) Per quanto concerne il trasporto ferroviario, la Polizia ferroviaria curerà, con la collaborazione del personale delle ferrovie dello Stato, delle autorità sanitarie e della Protezione civile, la canalizzazione dei passeggeri in entrata e in uscita dalle stazioni al fine di consentire le verifiche speditive sullo stato di salute dei viaggiatori anche attraverso apparecchi “termoscan”. Inoltre saranno attuati controlli sui viaggiatori acquisendo le autodichiarazioni.

d) Negli aeroporti delle aree dei territori “a contenimento rafforzato”, i passeggeri in partenza saranno sottoposti al controllo, oltre che del possesso del titolo di viaggio, anche della prescritta autocertificazione. Analoghi controlli verranno effettuati nei voli in arrivo nelle predette aree. Restano esclusi i passeggeri in transito.

e) Per i voli Schengen ed extra Schengen in partenza, le autocertificazioni saranno richieste unicamente per i residenti o domiciliati nei territori soggetti a limitazioni. Nei voli Schengen ed extra Schengen in arrivo, i passeggeri dovranno motivare lo scopo del viaggio all’atto dell’ingresso.

f) Analoghe controlli verranno adottati a Venezia per i passeggeri delle navi di crociera che non potranno sbarcare per visitare la città ma potranno transitare unicamente per rientrare nei luoghi di residenza o nei paesi di provenienza.

La veridicità dell’autodichiarazione potrà essere verificata anche con successivi controlli.
La sanzione per chi viola le limitazioni agli spostamenti è quella prevista in via generale dall’articolo 650 del codice penale (inosservanza di un provvedimento di un’autorità: pena prevista arresto fino a tre mesi o l’ammenda fino 206 euro) salvo che non si possa configurare un’ipotesi più grave quale quella prevista dall’articolo 452 del Codice penale (delitti colposi contro la salute pubblica che persegue tutte le condotte idonee a produrre un pericolo per la salute pubblica).
Viene richiamata l’attribuzione del prefetto al monitoraggio dell’attuazione delle misure previste in capo alle varie amministrazioni. Per quanto concerne le prescrizioni finalizzate a uniformare gli interventi per contrastare l’epidemia sul resto del territorio nazionale.
(Aggiornamento di lunedì 09 marzo 2020 ore 8.05)
 
8 marzo 2020
Disposizioni inerenti al contenimento del "Coronavirus"
Oggi, 8 marzo 2020, il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il nuovo DPCM recante ulteriori misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19 sull'intero territorio nazionale. Le misure saranno in vigore fino al 03 aprile 2020.
In attesa di una analisi più dettagliata, di seguito le misure più significative:

1. È confermato il provvedimento volto a evitare ogni spostamento in entrata e uscita dal territorio della nostra Regione, nonché all'interno del territorio stesso. L'uscita, l'entrata e gli spostamenti interni saranno consentiti per comprovate ragioni lavorative, per motivi di salute o di necessità.
E’ consentito il rientro al proprio domicilio, abitazione o residenza per chi al momento si trovasse fuori dal territorio;
2. Ulteriori limitazioni nell'ambito sportivo. Le competizioni e gli allenamenti sono consentiti solo ad atleti professionisti o di categoria assoluti che partecipano a competizioni nazionali o internazionali;
3. Conferma sospensione eventi e manifestazioni e reintrodotta la chiusura dei Musei;
4. Conferma chiusura scuole e servizi educativi per l'infanzia. Vietate anche le riunioni degli organi collegiali in presenza;
5. Bar e ristoranti aperti solo dalle 6 alle 18, mantenendo la condizione della distanza di un metro tra i fruitori;
6. Altre Attività commerciali consentite a condizione della distanza di un metro tra i clienti;
7. Nelle giornata festive e prefestive chiuse le grandi e medie misure di vendita e i negozi nei centri commerciali. Chiusura non disposta per farmacie parafarmacie e negozi di prodotti alimentari;
8. Conferma chiusura palestre centri sportivi piscine centri benessere e termali;
9. Luoghi di culto aperti nel rispetto della condizione della distanza di un metro tra i fedeli.
(Aggiornamento di domenica 08 marzo 2020 ore 8.35)

2 marzo 2020
Disposizioni inerenti al contenimento del "Coronavirus" - AGGIORNAMENTO
Di seguito, le principali misure contenute nel Decreto (9575-DPCM 1 marzo 2020) emesso nella giornata di ieri e valide fino a domenica 8 marzo 2020 inclusa.
Sospensione:
  • di tutte le manifestazioni organizzate e degli eventi organizzati in luogo pubblico o privato, ivi compresi quelli di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico (ad esempio cinema, teatri, discoteche, cerimonie religiose);
  • delle attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere, centri culturali, centri sociali, centri ricreativi;
  • dei servizi educativi per l’infanzia e delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado e università per anziani. E' consentita la possibilità di svolgimento di attività formative a distanza;
  • dei viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado (fino al 15 marzo 2020)
Limitazioni valide fino a nuovo provvedimento:
  • svolgimento delle attività di ristorazione, bar e pub sempre e solo con servizio al tavolo. I gestori devono mettere i clienti nelle condizioni di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro;
  • apertura delle altre attività commerciali condizionata all'adozione di misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza di almeno un metro tra loro.
Queste le ripercussioni sulla nostra comunità:
  • Tutte le iniziative previste al Civico Museo per domenica 8 marzo quale ultimo giorno della Mostra sulla Gioconda sono state annullate, anche se il Museo resterà aperto con limitazione di accesso, rispettando la distanza tra il pubblico di almeno un metro tra loro.
  • Rinviato anche l'ultimo spettacolo di "Bim Bum Bam" previsto sempre domenica 8 marzo.
  • Il Centro Anziani gestito dell'Associazione di Volontariato "Solidarietà" resta quindi chiuso.
  • Il mercato settimanale del venerdì si terrà regolarmente.
2 marzo 2020
Iniziati i lavori di rifacimento del lungolago della Gabella.
Con un anno di ritardo sull'inizio dei lavori, a causa della rinuncia dell'impresa che si era aggiudicati i lavori, si apre finalmente il cantiere con l’auspicio di veder ridisegnato uno degli angoli più suggestivi del nostro paese entro la fine di luglio.

24 febbraio 2020
Per effetto delle disposizioni inerenti al contenimento del "Coronavirus" nel nostro comune:
  • i festeggiamenti per il tradizionale carnevale maccagnese sono annullati;
  • tutti i bar sono stati informati della chiusura obbligatoria tra le ore 18 e le ore 06;
  • il Centro Anziani sospende ogni attività;
  • il mercato del venerdì è sospeso (come anche quello del mercoledì a Luino).
Tali restrizioni rimarranno attive almeno fino al 1 marzo 2020. Seguono aggiornamenti.

24 febbraio 2020
Disposizioni inerenti al contenimento del "Coronavirus".
Con comunicazione del 23.02.2020 il sig. Prefetto di Varese Enrico Ricci ha comunicato ai Sindaci della Provincia l'emanazione di un'ordinanza da parte di Regione Lombardia con la quale viene disposta, in coerenza con le indicazioni nazionali, una serie di misure tra cui:
  1. Sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di aggregazione in luogo pubblico o privato, anche di natura culturale, ludica, sportiva e religiosa, svolti sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico;
  2. sospensione dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado, nonché della frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, corsi professionali, master, corsi per le professioni sanitarie e università per gli anziani ad esclusione degli specializzandi e tirocinanti delle professioni sanitarie, salvo le attività formative svolte a distanza;
  3. sospensione dei servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura di cui al D.L 42/2004 nonché dell’efficacia delle disposizioni regolamentari sull’accesso libero e gratuito a tali istituti o luoghi;
  4. sospensione di ogni viaggio di istruzione sia sul territorio nazionale sia estero.
Il provvedimento, contenente ulteriori restrizioni, può essere consultato ai seguenti link:
ORDINANZA MIN. SALUTE E REGIONE LOMBARDIA SUL CONTENIMENTO DEL CORONAVIRUS
DECRETO MINISTERIALE SUL CONTENIMENTO DEL CORONAVIRUS

24 febbraio 2020
Per questioni organizzative, da giovedì 13 febbraio 2020 sono stati modificati gli orari di ricevimento al pubblico dell’Ufficio Tecnico del Comune di Maccagno con Pino e Veddasca.
Tenendo presente che tali orari saranno rispettati senza deroghe, si informa che i cittadini potranno accedere all’Ufficio Tecnico il lunedì dalle ore 11 alle ore 12, il mercoledì dalle ore 10.30 alle ore 12, il giovedì dalle ore 11 alle ore 12 e il sabato dalle ore 9.30 alle ore 11.
Per chi lo desiderasse, sarà possibile anche fissare un appuntamento.

16 febbraio 2020
Sabato 22 Febbraio 2020, il Cai Luino propone una semplice passeggiata nel territorio di Maccagno con meta la Balconata sul lago delle case di Monte Venere.
La camminata è breve ma richiede un po' di sforzo per percorrere la scalinata che dal borgo medioevale di Maccagno sale con l'itinerario al Santuario dedicato alla Madonna delle Grazie, un edificio sacro dal valore modesto dal punto di vista architettonico.
Tempo escursione h 2.00, con dislivello di 172m e difficoltà T (turistico). Il programma prevede alle ore 13.45 il ritrovo presso posteggio Tribunale di Voldomino inferiore, alle ore 13.50 partenza con mezzi propri per Maccagno sede Pro Loco, alle ore 14.15 inizio escursione dal posteggio di Maccagno. Alle 16.30 fine escursione e rientro a Luino, in caso di meteo avverso escursione annullata.
Abbigliamento e calzature adeguate, i bastoncini non devono mancare vanno bene anche quelli per sci. Escursione gratuita con condivisione spese auto.

16 febbraio 2020
Domenica 23 febbraio 2020, a Pino si festeggerà il Carnevale con sei giorni d'anticipo. L'appuntamento è nei locali dell'Oratorio a partire dalle ore 12, con la distribuzione del risotto (con possibilità di asporto, con propri contenitori). Il programma continua alle ore 14.30 quando, per la prima volta, in Piazza della Vittoria farà il suo esordio l'Imperatore Ottone I, per la prima volta in trasferta da Maccagno. Alle ore 16, merenda e chiacchiere per tutti. Il divertimento è assicurato.
La manifestazione è organizzata dagli "Amici di Pino Lago Maggiore".

16 febbraio 2020
Domenica 23 Febbraio 2020 alle ore 12.30 al Centro Anziani, tradizionale pranzo di fine mese, a cura dell'Associazione di Volontariato "Solidarietà". Prenotazioni entro Giovedì 20 Febbraio alle ore 18, riservato ai soli soci.

9 febbraio 2020
Sabato 15 febbraio 2020 alle ore 15.30 al Civico Museo di Maccagno, sarà presentato il libro di Silvano Vinceti dal titolo "Il segreto della Gioconda".
Silvano Vinceti scrittore, storico, ricercatore e studioso d'arte, dopo la presentazione del volume "Il furto della Gioconda. Un falso al Louvre?"
dello scorso 7 dicembre, illustra il suo precorso di ricerca e studio proponendo un altro libro sul capolavoro di Leonardo Da Vinci.
La manifestazione si sviluppa all'interno della mostra "La Gioconda in Val Veddasca - I volti segreti della Gioconda", in programma al Museo maccagnese fino al prossimo 8 marzo, che continua a riscuotere grande successo di pubblico.
L'ingresso è libero.

9 febbraio 2020
Sabato 15 febbraio 2020 alle ore 16.30, nei locali comunali del Punto di Incontro di via Valsecchi 21 a Maccagno, Fabio Lopez presenterà il libro del padre Guido dal titolo "Finché c'è carta e inchiostri c'è speranza. Dalle leggi razziali al dopoguerra: memorie di uno scrittore ebreo", edito con i tipi di Mursia Editore.
Una raccolta di scritti, uno spaccato di vita che abbraccia gli anni Trenta fino agli Ottanta del secolo scorso. Dalla fuga in Svizzera all'esilio al ritorno in Italia: così, anche Maccagno con Pino e Veddasca e tutto il territorio che circonda il grande Comune mantiene un legame strettissimo con le vicende che riguardano la persecuzione degli ebrei. In particolare, spiccano due figure di primo piano: il Maresciallo Enrico Sibona e, appunto, Guido Lopez.
Il Maresciallo Sibona comandò la Caserma dei Carabinieri a Maccagno, dal 1939 al 1946, distinguendosi per il coraggio che lo portò a nascondere dalla furia nazista alcuni ebrei, salvandoli dalla deportazione. Tra coloro che a Maccagno furono aiutati da quel valoroso Sottufficiale dell'Arma nel 1943, c'era anche Guido Lopez.
Proprio per rinsaldare e tenere vivo il ricordo, saranno presenti all'incontro anche la Presidente dell'A.N.P.I. di Varese Ester De Tomasi, e Sandro Lopez Nunes, fratello di Bianca e testimone oculare di quei tragici eventi.
L'ingresso è libero.

9 febbraio 2020
Sabato 15 febbraio 2020 con inizio alle ore 20.30, tradizionale appuntamento con il ballo liscio. Nel Salone al primo piano della sede dell'Associazione di volontariato "Solidarietà" di via Mameli 2, con invito a partecipare aperto a tutti.

9 febbraio 2020
Domenica 16 febbraio 2020 alle ore 14.30, il salone al piano superiore del Centro anziani ospiterà un lungo pomeriggio dedicato al gioco della tombola.
Un modo per sostenere le iniziative benefiche dell'Associazione italiana sclerosi multipla (Aism), che in paese ha una sezione assai vivace. L'invito è aperto a tutti.

20 gennaio 2020
In occasione della "Giornata della Memoria", il Comune di Maccagno con Pino e Veddasca ha scelto di ospitare un gruppo di musicisti, i "Kletzmorim Maseltov" che si esibiranno nello spettacolo "Musica e Memoria", in scena sabato 25 gennaio 2020 alle ore 21 all'Auditorium di via Pietro Valsecchi 23.
In molte città italiane si è soliti rendere omaggio, con manifestazioni, mostre e incontri, a quel terribile momento storico, ricordando l'assurdità e le vittime della follia umana. La ricorrenza cade il 27 gennaio di ogni anno e la data non è casuale. Si ricorda, infatti, la liberazione, avvenuta nel 1945, del campo di concentramento di Auschwitz da parte delle truppe sovietiche dell'Armata Rossa. Una ricorrenza istituita il 1° novembre 2005, dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite.
Per i "Kletzmorim Maseltov", la passione per la musica della tradizione popolare ebraica è il punto di unione questo gruppo, formato da Marcello Serafini (chitarra), Emanuela Boggio (chitarra e voce), Francesco Facchini (violino), Elisa Carnelli (attrice) ed Emiliano Renzelli (contrabbasso).
Musica Yiddish e Shoah saranno il filo conduttore della serata: una musica ricca di espressività, talora felice e spensierata, altrimenti triste e malinconica.
I "Klezmorim" erano musicisti itineranti (soprattutto clarinettisti e violinisti) che suonavano per accompagnare tutte le ricorrenze della vita ebraica, dai funerali ai matrimoni, alle feste popolari. "Maseltov" significa 'saluto gioioso'. La musica era tramandata oralmente ed era accompagnata al canto, in lingua yiddish ed ebraica.
Seppur in condizioni estreme, anche nei famigerati lager nazisti esistevano momenti di musica. La storia ricorda il famosissimo Olivier Messiaen, che era riuscito a comporre (scrivendo la partitura su rotoli di carta igienica) il bellissimo "Quatour pour la fin du temps", quartetto per violino, clarinetto, piano e violoncello.
Era naturalmente difficilissimo suonare, nei campi di sterminio, ma in qualche modo si riusciva. Un momento in cui ci si poteva estraniare, seppur brevemente, dagli orrori quotidiani che i prigionieri vivevano in quei luoghi disumani.
Una serata per non dimenticare. Per riflettere, conoscere e per tramandare quello che la storia ci ha consegnato. Perché non si ripeta.
L'ingresso allo spettacolo è libero, fino a esaurimento dei posti.

20 gennaio 2020
Domenica 26 gennaio 2020, sei giorni in ritardo rispetto il calendario liturgico, la frazione di Biegno, la più alta della val Veddasca, festeggia San Sebastiano.
Alle ore 10.30, nella chiesa del paese dedicata a Santa Maria Nascente, il parroco don Viniero Roncarati celebrerà la messa in onore del santo.
Al termine, tempo permettendo, la tradizionale processione.

20 gennaio 2020
Con il mese di gennaio, riprende l'abituale appuntamento con il pranzo di fine mese, previsto per domenica 26 alle ore 12.30.
L'appuntamento, che si terrà nei locali di Via Mameli 2, è riservato ai Soci dell'Associazione di Volontariato "Solidarietà".
Le prenotazioni si accettano fino a giovedì 23 gennaio, entro l'ora di chiusura del bar al Centro Anziani.

13 gennaio 2020
Domenica 19 gennaio 2020, con due giorni di ritardo sul calendario liturgico, la piccola frazione di Lozzo in alta Valveddasca festeggia S. Antonio Abate.
Alle ore 10.30, nella chiesa del paese, il parroco don Viniero Roncarati celebrerà la messa in onore del patrono.
Al termine, tempo permettendo, la tradizionale Processione.

13 gennaio 2020
La sezione Cai Luino con il patrocinio del Comune di Maccagno con Pino e Veddasca propone per domenica 19 gennaio un'escursione che avrebbe voluto, nelle intenzioni degli organizzatori, utilizzare le ciaspole. "Traccia bianca in Valveddasca" il titolo dell'iniziativa.
La passeggiata prevede comunque, anche in assenza di neve, la salita alle vette del Sasso Corbaro e monte Covreto sul confine con la Svizzera.
La " Traccia bianca" è un itinerario panoramico ideato dal Cai Luino alcuni anni fa, e attualmente sta riscuotendo un lusinghiero successo tra gli appassionati delle escursioni con le ciaspole
Itinerario: passo Forcora 1200 m - Monterecchio 1398 m - Sasso Corsaro 1555 m - monte Covreto 1593 m - Pian della Rogna 1229 - Alpe Nove Fontane 1211 m - passo Forcora. Tempo escursione ore 4,00 - Dislivello m 475 Programma:
Ore 8,20 Ritrovo presso il posteggio Luino - Porto Nuovo a Luino in via Dante; ore 8.30 partenza con mezzi propri per il passo Forcora.
Si consiglia abbigliamento e calzature adeguate, con pranzo al sacco e documento valido per l'espatrio.
Escursione gratuita con condivisione spese auto.

7 gennaio 2020
Sabato 11 gennaio 2020 alle ore 20.30, tradizionale appuntamento con il ballo liscio al Centro Anziani di Maccagno.
L’appuntamento è per le ore 20.30 al primo piano della Sede dell’Associazione di Volontariato “Solidarietà, in via Mameli 2.
La serata è aperta a tutti.

-------------------------------